Ministero Sviluppo Economico Dipartimento Armi Chimiche

Ministero delle Attività Produttive Direzione Generale per lo sviluppo produttivo e la competitività


Circolare 18 Gennaio 2002 n. 764037 (G.U. n° 30 del 5 febbraio 2002)


Oggetto: Legge 18 novembre 1995 n.496 – Ratifica della Convenzione sulla proibizione delle armi chimiche fatta a Parigi del 13 gennaio 1993 – Chiarimenti in materia di importazione, esportazione o comunque trasferimento dei composti chimici elencati nella tabella 2(B) e nella tabella 3 – Dichiarazioni consuntive anno 2001.

Ai Ministeri

Alle Camere di Commercio

Alla Confindustria

Alla Confapi

Alle Associazioni di Categoria

Sono giunti a questa Direzione Generale alcuni quesiti in ordine agli adempimenti in materia di importazione, esportazione o comunque trasferimento dei composti chimici elencati nella tabella 2(B) e nella tabella 3 dell’annesso della Convenzione di Parigi del 13 gennaio 1993 ratificata con la legge del 18 novembre 1995 n.496, così come modificata dalla successiva legge del 4 aprile 1997 n.93.

Il Ministero delle Attività Produttive, avvalendosi della facoltà esposta dal comma 2 dell’articolo 4 della legge n. 93/97, ha modificato, con il Decreto Ministeriale del 16 agosto 2001, la soglia di dichiarabilità delle miscele contenenti composti appartenenti alla tabella 2(B) ed alla tabella 3 esentando dall’obbligo di dichiarazione i soggetti che trattino tali miscele con una quantità di dette sostanze in percentuale inferiore al 30 per cento (in precedenza la legge n. 93/97 prevedeva una soglia del 15%).

Tale disposizione, anche sulla scorta di quanto in discussione presso il Segretariato della Organizzazione per la Proibizione delle Armi Chimiche (OPAC) a l’Aia in materia di armonizzazione delle dichiarazioni dei flussi di sostanze chimiche tra Stati parte, deve intendersi nel senso che non sono tenuti all’obbligo di dichiarazione quei soggetti che importano, esportano o comunque trasferiscono miscele di sostanze chimiche nelle quali il singolo composto, appartenente alla Tabella 2(B) o alla Tabella 3, sia presente in quantità inferiore al 30% in peso.

Con l’occasione si ricorda che tutti i soggetti interessati dalla legge 496/95 devono presentare la dichiarazione consuntiva per l’anno 2001 entro e non oltre 60 giorni dall’inizio dell’anno successivo a quello oggetto di dichiarazione (nel caso specifico il 1° Marzo 2002).

Le dichiarazioni dovranno essere trasmesse a questa Amministrazione in unica copia, complete in ogni loro parte e firmate in tutte le pagine dal legale rappresentante dell’azienda, entro e non oltre il termine previsto mediante:

Raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata a: Ministero delle Attività Produttive –D.G.S.P.C. – Ufficio Armi Chimiche –Via Molise 19 – 00187 ROMA RM o, in alternativa, mediante: fax al numero: 06 4788 7850

Per quanto riguarda le modalità di compilazione delle dichiarazioni si fa riferimento, per quanto non in contrasto con quanto illustrato in precedenza, alla modulistica ed alle linee guida contenute nelle Circolari del 4 aprile 1997 n.37877, del 30 luglio 1997 n.358420, del 22 gennaio 1998 n.775036, del 2 febbraio 1999 n.775043.

La documentazione completa riguardante la legge n. 496/95 è disponibile sul sito internet all’indirizzo: http://www.minindustria.it/ voce: "indice degli argomenti"; titolo "Armi Chimiche – Legge 496".

.............................................................

IL DIRETTORE GENERALE
(Dr. Gennaro Visconti)